Poliziotto di 37 anni muore a Napoli. La volante speronata da tre malviventi che avevano appena tentato di rubare un bancomat

dalla Redazione
Cronaca

Un poliziotto di 37 anni è morto e un altro è rimasto ferito, la scorsa notte, a Napoli, mentre cercavano di fermare alcuni malviventi dopo un tentato colpo in banca. La vittima si chiamava Pasquale Apicella, agente scelto della polizia di Stato in servizio al commissariato di Secondigliano. Ferito lievemente il collega che si trovava con lui. Tre malviventi, secondo una ricostruzione degli investigatori, hanno tentato invano di forzare il bancomat dell’agenzia Credit Agricole, in via Abate Minichini. Dandosi alla fuga in auto si sono scontrati con la pattuglia della polizia, che stava giungendo sul posto. L’impatto tra le due auto, avvenuto lungo la calata Capodichino, è stato violentissimo. Il poliziotto, immediatamente soccorso dal 118, è morto subito dopo il ricovero in ospedale. Due rapinatori, anch’essi feriti, sono stati fermati, un terzo complice è invece ricercato.

Il capo della Polizia, Franco Gabrielli,  ha espresso in una nota “profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza ai familiari dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Pasquale Apicella deceduto questa mattina a Napoli durante un inseguimento di alcuni malviventi nell’espletamento del servizio”. “In giornate che vedono impegnate le Forze dell’ordine nei controlli per il contenimento del coronavirus – si legge ancora nella nota – la Polizia di Stato continua l’attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo. Il Capo della Polizia ha augurato una pronta guarigione all’altro componente della volante l’Assistente Capo della Polizia di Stato Salvatore Colucci, rimasto ferito”.