Poste si privatizza per ripianare i debiti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“L’orientamento del governo è procedere alla privatizzazione di Poste  italiane entro 5-6 mesi mantenendone il controllo e con una quota riservata ai dipendenti”. Lo ha affermato il vice ministro per lo Sviluppo Economico, Antonio Catricalà, in audizione alla commissione Trasporti della Camera. “La privatizzazione – ha aggiunto Catricalà – fornirà una provvista di risorse utili per ridurre la nostra posizione debitoria, alimentando il fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato, e sara’ strumento di incentivo per una maggior efficienza e l’ampliamento dei servizi e dell’offerta che una grande azienda come Poste Italiane deve assicurare”.