Pravda contro Giorgia Meloni: il quotidiano russo online attacca la leader di Fratelli d’Italia

Pravda contro Giorgia Meloni: il quotidiano online nei giorni scorsi ha utilizzato parole molto forti in un articolo contro la leader di Fdi.

Pravda contro Giorgia Meloni: il quotidiano russo qualche giorno fa ha pubblicato un articolo contro la leader di Fratelli d’Italia. Parole molto dure che sono state riprese in Italia solo nella giornata di sabato 20 agosto.

Pravda contro Giorgia Meloni: il quotidiano russo online attacca la leader di Fratelli d’Italia

Pravda contro Giorgia Meloni

Il quotidiano russo filogovernativo Pravda, in home page sul suo sito, usa parole pesanti in una analisi dedicata al ruolo della Meloni e Fratelli d’Italia in vista delle prossime elezioni del 25 settembre. E nelle ultime ora la leader di Fratelli d’Italia ha dovuto digerire più di un attacco. L’articolo è stato pubblicato il 17 agosto e  oggi alcune testate si interrogano sui motivi del silenzio nelle ultime ore riguardo questo attacco dalla Russia a un rappresentante politico italiano.

Il quotidiano russo online attacca la leader di Fratelli d’Italia

Il quotidiano russo ha usato parole molto forti contro la Meloni: “La potenziale presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni sceglie la strada del caos e porterà l’Italia in una crisi ancora più profonda dell’attuale”. “Meloni ha espresso sostegno all’Ucraina e alla fratellanza transatlantica e ha assicurato che il suo governo sarà un solido governo atlantista che sosterrà l’Ucraina nella sua lotta contro la Russia” scrive il quotidiano russo.

“Il compagno di coalizione di Meloni, il leader leghista Matteo Salvini, è sospettato di ‘aver ucciso’ il governo di Mario Draghi ‘su ordine di Vladimir Putin’ (La Lega ha lasciato la coalizione con il Pd nel precedente governo, che ne ha innescato il crollo e le elezioni anticipate)”. Meloni, storicamente euroscettica, ora non ha più il coraggio di esserlo, e si può capire il perché. Nella situazione attuale con l’UE, non sarebbe in grado né di coordinare il programma della coalizione né di qualificarsi per le elezioni. Pertanto, Giorgia Meloni nega coraggiosamente i sospetti sull’assistenza russa e mantiene il silenzio sulla sua opposizione all’immigrazione e su quella che ha chiamato la lobby LGBT”, prosegue la Pravda.

“Per quanto riguarda l’operazione speciale in Ucraina, Meloni – scrive la Pravda – ritiene che l’Italia non debba essere “l’anello debole dell’Occidente”. L’Italia, invece, dovrebbe dimostrarsi una “nazione orgogliosa e fedele che si toglie lo stereotipo della nazione degli spaghetti e del mandolino, tanto cara ai malvagi“. “Come si vede, Meloni pone un chiaro accento sull’immagine, più che sull’interesse nazionale”, conclude la Pravda.

Leggi anche: Elezioni, confronto tv Letta e Meloni il 22 settembre a Porta a Porta. Calenda protesta e ottiene l’invito

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram