Prendete il Panebianco e contestatene tutti. La lezione del politologo interrotta dal Collettivo universitario autonomo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È stata una lezione difficile quella di ieri per il Professor Angelo Panebianco, editorialista del Corriere della Sera. All’Università di Bologna, dove il docente insegna di Scienze politiche, il Collettivo universitario autonomo (Cua) ha fatto irruzione in Aula, esponendo lo striscione ‘Fuori i baroni della guerra dall’università’ e riproducendo rumori bellici attraverso alcune casse. L’iniziativa contestava infatti un articolo del docente, pubblicato sul quotidiano milanese, in cui parlava dell’eventuale intervento armato italiano in Libia  “Se la guerra gli piace tanto, perché non prova a fare lezione sotto i suoni delle bombe”, ha accusato il Cua. Tuttavia, i componenti del Collettivo hanno lasciato l’Aula dietro la richiesta degli altri studenti infastiditi dall’interruzione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA