Eurolat, chiesti 9 anni per Geronzi e Cragnotti. L’accusa è di aver venduto la società alla Parmalat a un prezzo esorbitante. Ma a 15 anni dai fatti il processo è ancora agli albori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Arrivano le richieste della Procura di Roma sull’operazione Eurolat. Chiesti 9 anni di reclusione per l’ex presidente della Banca di Roma, Cesare Geronzi, e l’ex patron del gruppo Cirio, Sergio Cragnotti. Eurolat è il ramo lattiero-caseario del colosso agroalimentare che, secondo l’accusa, la Parmalat di Calisto Tanzi fu costretta ad acquistare al “prezzo incongruo” di 829 miliardi di vecchie lire, superiore di almeno 200 miliardi rispetto al valore effettivo del bene, tra il 1999 e il 2000. La procura contesta i reati di concorso in estorsione e bancarotta per distrazione. Il pm Paola Filippi ha chiesto ai giudici della nona sezione penale del tribunale di non concedere le attenuanti generiche “per la gravità dei fatti e il ruolo rivestito nella vicenda”.