Pugno di ferro contro la Camorra. Blitz dei carabinieri nel napoletano. Quattordici affiliati finiscono dietro le sbarre

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I Carabinieri di Napoli, nel corso di un blitz contro il clan camorristico degli Aversano, attivo nella periferia a Nord di Napoli, hanno arrestato 14 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, omicidio e di estorsioni e violazione alla legge sulle armi aggravati dal metodo mafioso. Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea i militari dell’Arma hanno accertato che l’organizzazione imponeva il pizzo a numerosi commercianti e imprenditori di Grumo Nevano e Casandrino, individuando mandante ed esecutori di un omicidio perpetrato in fase di contrapposizione ad altro clan allo scopo di acquisire il controllo sulle estorsioni. Tra gli arrestati Ciro Napolitano, detto ‘Lupin’ e Gervasio Domenico, detto ‘Mimì ‘e Carditiello’.