Quattro arresti e altrettanti denunciati per gli scontri della scorsa notte a Roma. Identificati militanti di estrema destra e ultras. Diversi gli agenti feriti

dalla Redazione
Cronaca Roma

Sono 4 i denunciati e 4 gli arrestati e 11 le persone identificate per gli scontri avvenuti la scorsa notte nel centro di Roma. Secondo quanto riferiscono fonti della questura di Roma si tratta di militanti di estrema destra e ultras scesi in strada, da Piazza del Popolo a piazzale Flaminio, ma anche nel quartiere di Testaccio, per protestare contro il coprifuoco. Durante gli scontri con le forze dell’ordine, che hanno causato anche il ferimento di alcuni agenti, sono state esplose bombe carta e lanciati oggetti, diversi i cassonetti incendiati e moto e auto danneggiate. La Procura di Roma indaga sui disordini e attende nelle prossime ore le informative dalla forze dell’ordine anche per verificare eventuali collegamenti con quanto avvenuto la notte precedente a Napoli. Danneggiamento e violenza privata i reati ipotizzati. La Digos di Roma sta analizzando i filmati per identificare altri manifestanti coinvolti negli scontri.