Raddoppia la tassa sulla fortuna. Da domani la trattenuta sulle vincite del Gratta & Vinci e Superenalotto passa dal 6 al 12%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Grossa vincita dello Stato ai Gratta& Vinci. Da domani chi gratta un biglietto vincente più di 500 euro sappia che dovrà restituire il 12% in tasse. Raddoppiano, dagli attuali 6%, le trattenute per SuperEnalotto, Win for Life, Videolottery e, appunto, il popolare Gratta&Vinci. Restano escluse, invece, le vincite realizzate con la Lotteria Italia, le scommesse, il poker e i casinò online, bingo e slot machine (per queste ultime la vincita non può mai superare i 100 euro). Aumenta la tassazione anche per una delle passioni degli italiani, ma in maniera minore: per il Lotto, per il quale sempre da domani il prelievo fiscale passa dall’attuale 6 all’8%. Una stima del Servizio Bilancio della Camera prevede un aumento del gettito di 143 milioni annui (48 milioni per il Lotto e 95 per gli altri giochi) a partire dal 2018. Considerando che per quest’anno l’aumento interesserà solo l’ultimo trimestre, in totale nel triennio 2017-2019 le maggiori entrate per l’Erario saranno di 322 milioni.