Raggi in rimonta già vede il sorpasso su Gualtieri. L’annuncio della prima cittadina spiazza il Pd che va in tilt sui social

La sindaca di Roma, Virginia Raggi: “Ad oggi i sondaggi mi danno in ascesa, abbiamo già superato Gualtieri e ora stiamo puntando Michetti”.

“Ad oggi i sondaggi mi danno in ascesa, abbiamo già superato Gualtieri e ora stiamo puntando Michetti”. Con queste parole, pronunciate durante il confronto tra candidati sindaci di Roma organizzato da Il Messaggero, la sindaca uscente Virginia Raggi ha lasciato di sasso i dem. “Sono oggettivamente l’unico argine alle destre e alla criminalità come è stato dimostrato, sono stata l’unico sindaco di questa città ad affrontare il problema andando ad abbattere le villette dei Casamonica e andando a sgomberare quelle degli Spada occupate ad Ostia” ha dichiarato la 5 Stelle che sente avvicinarsi il ballottaggio.

INCONTRO TRA I CANDIDATI SINDACO

“Se eletta convocherò un tavolo operativo per fare il punto sul Pnrr, su Giubileo 2025 e su Expo 2030 e pianificare le prossime azioni strategiche. E poi daremo continuità a quanto fatto sino ad ora” ha spiegato la prima cittadina. Una dichiarazione che ha dato il via a un botta e risposta sui social tra dem e 5S. A prendere la parola per prima è stata l’ex ministra Beatrice Lorenzin secondo cui la Raggi è “un ex Sindaca” che “immagina addirittura di rivincere le elezioni” mentre “la realtà ci dice che non esiste alcun sorpasso della Sindaca su Gualtieri”.

Dichiarazioni a cui ha risposto il candidato M5S all’Assemblea Capitolina, Paolo Ferrara, sostenendo che la “Lorenzin di gaffe se ne intende. Che si tratti di sanità o di politica, non fa differenza. La ministra ha fatto un altro scivolone” perché “il sorpasso c’è già stato e ora l’ex ministro dell’Economia insegue. Del resto, sarebbe un grande errore tornare ai boiardi di partito che hanno devastato la città”.

Leggi anche: Pax mafiosa nel Lazio per controllare il territorio. Ma il contrasto di sindaci come la Raggi aiuta a destabilizzare i clan. I Casamonica da anni si sono posti come “protettori”. Fari puntati anche sui Di Silvio.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram