Raisport balla con i vicedirettori. Paris promuove Civoli e Franzelli ma boccia Gentili

Il direttore di Raisport presenta la sua squadra al consiglio di amministrazione di Viale Mazzini. Non sono poche le sorprese tra i vicedirettori. Carlo Paris ha fatto fuori Bruno Gentili (ex telecronista della Nazionale), Maurizio Losa (il responsabile della Domenica sportiva e della Formula 1) e Sandro Fioravanti. Ha confermato Jacopo Volpi, Ivana Vaccari e Raimondo Maurizi. Nuove nomine per Marco Civoli (promosso) e l’ex Tg1 Marco Franzelli che molla Monica Maggioni a Rainews e approda a Raisport.

Raisport balla con i vicedirettori. Paris promuove Civoli e Franzelli ma boccia Gentili

DOPPIETTA DI GUBITOSI
Sarà stato pure il giorno 17 ma per il dg Rai la giornata di ieri è da ritenersi fortunata. Ha segnato due bei gol nei tempi supplementari della sua partita. Il primo grazie agli ascolti super di Benigni e il secondo per merito della Bbc in commissione Vigilanza. «Roberto Benigni ha superato se stesso facendoci riflettere, emozionare, commuovere. La Rai ne è molto orgogliosa», ha dichiarato Luigi Gubitosi dopo aver visto gli ascolti: 10.266.000 spettatori pari al 38,32% di share. In Vigilanza la responsabile della newsroom della Bbc, Mary Hockaday, ha detto in Vigilanza che con le newsroom è stato possibile risparmiare il 15% nel bilancio, grazie all’unificazione di molti servizi che poi vengono girati per le piattaforme web, tv e radio. La giornalista ha precisato come sia importante spiegare i motivi economici a giornalisti e tecnici («Per rendere tutti partecipi del cambiamento»). In pratica quello che è accaduto in Rai… Come Gubitosi ha parlato di newsroom si è scatenata la bufera.

BALLARÒ A PICCO
Benigni ha dato la mazzata finale a Ballarò che arriva a Natale con i minimi storici di share. Appena 1.048.000 spettatori che significano il 4,3% . Pensate che è andata meglio la minifiction finale che il talk stesso (Il Candidato Zucca Presidente 1.261.000 – 10,11%), ma è andato in onda quando Benigni era finito. Floris ha resistito meglio allo tsunami dei Dieci Comandamenti. La media di DiMartedì è scesa sì, ma in maniera meno netta rispetto a quella di Giannini. La media del talk di La7 è stata 877.000 spettatori (3,88%). Lunedì anche Formigli si era difeso a denti stretti contro il ciclone Benigni: 858.000 spettatori (3.89%).

UNOMATTINA HA L’ORO IN BOCCA
Ottima stagione per Unomattina (stabile oltre il 20%), strepitosa per Storie vere di Eleonora Daniele che ha stabilito il nuovo record di ascolti della sua trasmissione: 1.174.000 spettatori con il 25,21% di share. Anche A conti fatti sta risalendo la china (17%).

CROZZA SI SCUSA
«Venerdì 12 dicembre era sciopero generale, pertanto chi faceva funzionare La7 erano le macchine, come in Matrix», ha postato su Facebook Maurizio Crozza aggiungendo: «perché non finisse in malo modo, avrei dovuto stare in tempi precisi, che io stesso avevo concordato con la rete. Ma ahimè, sono un comico e non un timer. Capisco lo sgomento di un finale tronco, vi chiedo scusa e tenterò di postare al più presto il finale di puntata che non avete potuto ammirare». E così ha fatto.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 17:11
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram