Raisport balla con i vicedirettori. Paris promuove Civoli e Franzelli ma boccia Gentili

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il direttore di Raisport presenta la sua squadra al consiglio di amministrazione di Viale Mazzini. Non sono poche le sorprese tra i vicedirettori. Carlo Paris ha fatto fuori Bruno Gentili (ex telecronista della Nazionale), Maurizio Losa (il responsabile della Domenica sportiva e della Formula 1) e Sandro Fioravanti. Ha confermato Jacopo Volpi, Ivana Vaccari e Raimondo Maurizi. Nuove nomine per Marco Civoli (promosso) e l’ex Tg1 Marco Franzelli che molla Monica Maggioni a Rainews e approda a Raisport.

DOPPIETTA DI GUBITOSI
Sarà stato pure il giorno 17 ma per il dg Rai la giornata di ieri è da ritenersi fortunata. Ha segnato due bei gol nei tempi supplementari della sua partita. Il primo grazie agli ascolti super di Benigni e il secondo per merito della Bbc in commissione Vigilanza. «Roberto Benigni ha superato se stesso facendoci riflettere, emozionare, commuovere. La Rai ne è molto orgogliosa», ha dichiarato Luigi Gubitosi dopo aver visto gli ascolti: 10.266.000 spettatori pari al 38,32% di share. In Vigilanza la responsabile della newsroom della Bbc, Mary Hockaday, ha detto in Vigilanza che con le newsroom è stato possibile risparmiare il 15% nel bilancio, grazie all’unificazione di molti servizi che poi vengono girati per le piattaforme web, tv e radio. La giornalista ha precisato come sia importante spiegare i motivi economici a giornalisti e tecnici («Per rendere tutti partecipi del cambiamento»). In pratica quello che è accaduto in Rai… Come Gubitosi ha parlato di newsroom si è scatenata la bufera.

BALLARÒ A PICCO
Benigni ha dato la mazzata finale a Ballarò che arriva a Natale con i minimi storici di share. Appena 1.048.000 spettatori che significano il 4,3% . Pensate che è andata meglio la minifiction finale che il talk stesso (Il Candidato Zucca Presidente 1.261.000 – 10,11%), ma è andato in onda quando Benigni era finito. Floris ha resistito meglio allo tsunami dei Dieci Comandamenti. La media di DiMartedì è scesa sì, ma in maniera meno netta rispetto a quella di Giannini. La media del talk di La7 è stata 877.000 spettatori (3,88%). Lunedì anche Formigli si era difeso a denti stretti contro il ciclone Benigni: 858.000 spettatori (3.89%).

UNOMATTINA HA L’ORO IN BOCCA
Ottima stagione per Unomattina (stabile oltre il 20%), strepitosa per Storie vere di Eleonora Daniele che ha stabilito il nuovo record di ascolti della sua trasmissione: 1.174.000 spettatori con il 25,21% di share. Anche A conti fatti sta risalendo la china (17%).

CROZZA SI SCUSA
«Venerdì 12 dicembre era sciopero generale, pertanto chi faceva funzionare La7 erano le macchine, come in Matrix», ha postato su Facebook Maurizio Crozza aggiungendo: «perché non finisse in malo modo, avrei dovuto stare in tempi precisi, che io stesso avevo concordato con la rete. Ma ahimè, sono un comico e non un timer. Capisco lo sgomento di un finale tronco, vi chiedo scusa e tenterò di postare al più presto il finale di puntata che non avete potuto ammirare». E così ha fatto.