Il razzo cinese nell’Oceano Indiano

razzo cinese lunga marcia 5b
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B è rientrato nell’atmosfera sull’Oceano Indiano, in un’area vicina alle isole Maldive. Lo rende noto l’ufficio per il volo umano dell’agenzia spaziale cinese Cnsa. Il rientro è stato confermato anche dai dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad). Rispetto alle stime iniziali, indicavano il Nord Atlantico come probabile punto di rientro, poi il bacino del Mediterraneo e l’ipotesi per ora più accreditata è che il rientro possa essere avvenuto sopra l’Oceano Indiano.

Il razzo cinese nell’Oceano Indiano

Alle ore 5 e 10 del mattino si è quindi esclusa la caduta di uno o più frammenti sul territorio italiano del detrito spaziale. Il lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” in rientro incontrollato in atmosfera cadrà nell’Oceano Indiano.  Il tavolo tecnico del Dipartimento della protezione civile sta seguendo il rientro, sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana. Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con ASI e con gli altri partecipanti al tavolo, ha dichiarato concluse le attività operative, chiudendo il Comitato Operativo.

Il rientro è stato confermato anche dai dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad). Rispetto alle stime iniziali, indicavano il Nord Atlantico come probabile punto di rientro, poi il bacino del Mediterraneo e l’ipotesi per ora più accreditata è che il rientro possa essere avvenuto sopra l’Oceano Indiano.  Il passaggio del detrito spaziale sulla traiettoria che interessava buona parte del centro-sud italiano si è quindi verificato senza impatti.

La foto del razzo nei cieli di Roma

Ieri è stato fotografato nel cielo di Roma il secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B. A catturarne le immagini, all’alba di sabato 8 maggio, è stato l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. “L’osservazione era possibile agilmente ad occhio nudo”, ha detto Mas. “L’oggetto appariva chiaramente lampeggiante, a causa della sua rotazione su sé stesso: per questo la traccia registrata nella fotografia mostra una fitta serie di tratti luminosi”. Venerdì 7 maggio lo stesso astrofisico aveva fotografato lo stadio del razzo utilizzando il telescopio.

We could image the Chinese CZ-5B R/B rocket body 90 minutes ago from Rome, Italy. I easily saw it by naked eye and it…

Pubblicato da The Virtual Telescope Project su Venerdì 7 maggio 2021

Leggi anche: Quando e dove cadrà il razzo cinese “Lunga Marcia 5B” e quali sono le regioni in allerta