Reddito di cittadinanza, Inps smentisce le voci sui ritardi. Tutto pronto per accogliere le domande dal 6 marzo. Accrediti sulle card dal 15 aprile

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Inps smentisce in una nota che vi sia alcun ritardo nella predisposizione delle procedure per il reddito di cittadinanza e precisa “che anzi si stanno ultimando in anticipo rispetto ai tempi programmati”. “In relazione ad alcune notizie diffuse sugli organi di informazione – puntualizza l’Istituto di previdenza -, riguardo al reddito di cittadinanza, l’Inps ritiene importante precisare che sono state già realizzate le procedure informatiche che consentiranno la ricezione delle domande dal 6 marzo e che l’Istituto sarà in grado di trasmettere a Poste il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle carte già dal 15 aprile”.