Reddito di cittadinanza maggio 2022: quando arriva il pagamento e quanto è l’importo

REDDITO DI CITTADINANZA maggio 2022
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Reddito di cittadinanza maggio 2022: quando arriva il pagamento e quanto è l’importo. Tutte le novità previste.

Reddito di cittadinanza maggio 2022: quando arriva il pagamento

Il pagamento del reddito di cittadinanza a maggio 2022 viene erogato, come di consueto, in due differenti date che dipendono dalla tipologia di beneficiario che deve ricevere l’accredito.

Le modalità di pagamento restano invariate per il reddito di cittadinanza da versare su carta RdC, con la prima ricarica che verrà ricevuto entro la metà del mese di maggio. Alcuni cambiamenti, invece, riguardano il prelievo dei contanti per i nuclei familiari che ricevono l’assegno unico per i figli 2022 in modo automatico con il sussidio governativo, essendone aventi diritto.

La notizia è stata comunicata dall’INPS mediante la circolare n.53 del 28 aprile 2022. Secondo la circolare, infatti, è stato ribadito che i pagamenti avvengono due date distinte a seconda della tipologia del beneficiario. Le date sono le seguenti:

  • Entro il 15 del mese, la data riguarda coloro che hanno presentato domanda per la prima volta oppure hanno chiesto il rinnovo nel mese di aprile in seguito allo scadere delle prime 18 mensilità del sussidio a marzo;
  • Intorno al 27 del mese, la data riguarda coloro che ricevono il reddito di cittadinanza da almeno due mesi.

A ogni modo, i beneficiari del reddito di cittadinanza possono monitorare il pagamento di maggio consultando la propria aria riservata sul sito dell’INPS alla quale è possibile accedere con credenziali SPID, CNS oppure CIE.

Quanto è l’importo e cosa cambia con l’assegno unico?

Con la circolare n. 53 del 28 aprile 2022, l’INPS ha comunicato anche un’importante novità che riguarda il pagamento del reddito di cittadinanza di maggio 2022 e il prelievo dei contanti per le famiglie che risultano essere idonee per l’assegno unico.

A questo proposito, il prelievo in contanti legato al reddito di cittadinanza è soggetto a un limite che, nel caso dei nuclei familiari che beneficiano dell’assegno unico, è stato aumentato.

L’assegno unico viene erogato a partire al 1° marzo 2022 in modo automatico ai beneficiari del reddito di cittadinanza con figli a carico senza che sia necessario fare domanda. Sulla questione, la circolare dell’INPS specifica quanto segue: “Limitatamente ai soli accrediti riguardanti l’integrazione Rdc/AU, potrà essere superato il limite di prelievo mensileprevisto dall’articolo 5, comma 6, del decreto-legge n. 4/2019, pari a 100 euro mensili per un singolo individuo, moltiplicato per scala di equivalenza di cui all’articolo 2, comma 4, del medesimo decreto-legge, posto, in ogni caso, il rispetto dei limiti previsti dalla normativa in materia anti-riciclaggio”.

In nessun caso, infine, sarà possibile superare la soglia giornaliera di 600 euro prevista da tutte le carte PostePay.