Reddito energetico, come funziona e come richiederlo? Tutti i requisiti

Reddito energetico: la proposta è partita dal Movimento 5 Stelle ed alcune regioni hanno iniziato a metterla in pratica.

Reddito energetico: la proposta è partita dal Movimento 5Stelle. Alcune regioni sono partite per poter mettere in pratica lo sviluppo delle energie rinnovabili ed aiutare le famiglie in difficoltà.

Reddito energetico, come funziona e come richiederlo? Tutti i requisiti

Reddito energetico, come funziona e come richiederlo

Nella seduta del 21 aprile 2022, il Senato ha infatti ha dato il via libera definitivo al disegno di legge di conversione del D.L. n. 17/2022, recante misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali.

Il reddito energetico parte dalle singole regioni che stanziano i contributi a fondo perduto, per poi dar vita a una gara d’appalto per identificare i fornitori degli strumenti e della manodopera necessari per l’installazione di impianti fotovoltaici domestici. Tutte le spese di acquisto materiali, messa in posa dell’impianto, manutenzione straordinaria sono a carico della regione, mentre i costi di manutenzione ordinaria rimangono sulle spalle degli utenti beneficiari.

Chi è interessato può richiedere, in base al reddito, di accedere alle sovvenzioni, a patto che venga stipulato un contratto con il GSE in cui il beneficiario si impegna a cedere l’eccedenza di energia elettrica prodotta dall’impianto alla rete, come compensazione.

Le persone aventi diritto, potranno quindi chiedere un contributo a fondo perduto fino a 6.000 euro per l’installazione di impianti solari domestici o microeolici, che può essere esteso fino a 8.500 euro in caso si vogliano installare anche i relativi sistemi di accumulo.

Tutti i requisiti

Il reddito energetico è destinato solo alle fasce di popolazione che si trovano in condizioni economiche più svantaggiate. Una delle prime regione ad aver approvato il reddito energetico è la Puglia.

Possono beneficiare del reddito energetico: i proprietari o usufruttuari a vario titolo di unità abitative indipendenti o di unità abitative facenti parte di condomìni; i condomìni, per le utenze relative ai consumi di energia elettrica per il funzionamento degli impianti a uso condominiale.

I beneficiari dovranno rispondere ai seguenti requisiti: condizioni di disagio socio-economico valutate sulla base dell’Isee; composti da 5 o più componenti; le giovani coppie; formati da anziani che abbiano superato il 65esimo anno d’età, con più di due figli minori; con almeno un componente affetto da invalidità o handicap riconosciuti dalle autorità.

Leggi anche: Comunità energetiche rinnovabili, cosa sono e come funzionano?

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram