Regeni, Conte: “Al Sisi mi ha assicurato che la collaborazione sarà massima. La verità su questo caso è importante per l’Italia”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Con Al Sisi abbiamo parlato del caso Regeni. Ho ricordato che tra qualche giorno ci sarà l’anniversario della scomparsa, e rivolgo un pensiero affettuoso a suoi familiari. Oggi sono qui al Cairo gli investigatori italiani, si fermeranno anche domani”. E’ quanto ha detto il premier Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti italiani, a proposito del caso della morte del ricercatore italiano Giulio Regeni, dopo aver incontrato, al Cairo, il presidente egiziano Abd al Fattah al Sisi. “E’ un fatto positivo – ha aggiunto il presidente del Consiglio -, confido nella collaborazione, l’importante è che riprenda perché la verità su questo caso è importante per l’Italia. Al Sisi mi ha assicurato che la collaborazione sarà massima, ma l’importante sarà raggiungere un risultato”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA