Regeni, la Farnesina coinvolgerà l’Ue. Di Maio: “Sul tema dei diritti umani non è concesso fare passi indietro”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Farnesina, su proposta del ministro Luigi Di Maio, nelle prossime ore avvierà le necessarie iniziative al fine di sensibilizzare l’Ue sul caso Regeni. L’iniziativa è stata decisa nel corso di un vertice, dedicato al caso della morte del ricercatore italiano Giulio Regeni, che si è tenuto in mattinata a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e i ministri della Difesa,  Lorenzo Guerini, dell’Interno Luciana Lamrogese e degli Esteri Di Maio.

Proprio Di Maio ha definito “agghiacciante” il quadro descritto dai magistrati italiani nei giorni scorsi (leggi l’articolo) e ha chiesto che il Governo sia unito nell’attivare tutti i possibili canali internazionali. Di Maio ha dunque proposto di coinvolgere direttamente l’Ue affinché faccia pressione sull’Egitto per l’elezione di domicilio degli indagati dalla procura di Roma.

“L’Italia – ha detto il ministro degli Esteri – è un Paese fondatore dell’Ue e sul tema dei diritti umani non è concesso fare passi indietro. E’ opportuno che ad esprimersi chiaramente su questo tema siano anche i nostri partner europei attraverso azioni mirate. Chiederemo a tutti gli Stati membri dell’Ue di prendere posizione”.