Renzi rilancia sulla legge di stabilità

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fuori urla, slogan, lancio di farina e ortaggi e qualche petardo dai lavoratori che hanno manifestato sotto la regia della Fiom. Dentro la promessa agli imprenditori di tagliare l’Irap e ridurre le tasse. Matteo Renzi, intervenuto all’assemblea di Confindustria a Bergamo.

Legge di stabilità

Il premier lanciail primo impegno: “In questa legge di Stabilità, che sarà una manovra da 30 miliardi, senza un centesimo di aumento delle tasse, libereremo uno spazio di patto per i comuni per un miliardo di euro, con un miglioramento del 77% del patto di stabilità. Lo approveremo mercoledì in Cdm

Nella legge di stabilità ci saranno “incentivi che permetteranno per un triennio di non pagare contributi a chi fa assunzioni a tempo indeterminato”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Bergamo. “Togliamo per i nuovi assunti l’articolo 18 e togliamo il peso fiscale per i primi tre anni”.

“Nella legge di stabilità tagliamo 18 miliardi di tasse”. “Vorrei eliminare il patto di stabilità per i Comuni e le Regioni” ma intanto nella legge di stabilità che sarà in Cdm mercoledì verrà “liberato spazio per un miliardo di euro”, annuncia Renzi. Sarà liberato ”uno spazio di patto per un miliardo di euro, il che significherà un miglioramento dei margini del 77% a favore degli enti locali, prosegue Renzi”.

Nella legge di stabilità “facciamo una spending review mai vista da 16 miliardi di euro: non l’aveva mai fatta nessuno”, è il secondo annuncio del premier Matteo Renzi all’assemblea di Confindustria a Bergamo.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA