Renzi si smarca: il proporzionale?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Tra la palude e la frontiera, io sto dalla parte della frontiera, sempre. Tutto qui. E preferisco rischiare e fallire rispetto a chi tergiversa e si nasconde. Oggi l’Italia puo’ rompere l’incantesimo e rimettersi in corsa. Sono convinto che ce la faremo e darò tutto me stesso perché accada”. Cosi il segretario del Pd, Matteo Renzi, nella sua e-news, alla fine di una lunga giornata di polemiche. Il malumore è forte, nella base e anche fuori dal partito. La storia delle liste bloccate non va giù a tanti, troppi, ed ecco che il rottamatore scarica l’alleato dell’ultima ora, Berlusconi: “Sulla legge elettorale io ero sostenitore delle referenze, ma Forza Italia ha detto di no”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA