Renzi vede rosa. Il Pil di quest’anno sale a +0,9%. E spunta un tesoretto di 16 miliardi di nuova flessibilità sui conti. Economia reale e Bruxelles permettendo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

 

Il Governo non ha dubbi: l’economia italiana si è rimessa in moto. Dunque possono essere riviste le stime del nostro Pil per quest’anno che nel nuovo Def salgono dal +0,7% previsto a +0,9%. Il premier con il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan hanno anche stimato il rapporto tra deficit e Pil al 2,6% nel 2015 e al 2,2% nel 2016. Anche per questo il Governo si attende ora tra i 12,5 e i 16 miliardi di flessibilità sui conti. Un tesoretto con il quale finanziare la prossima legge di stabilità senza ricorrere a nuove tasse.   Tra le altre entrate previste nel Def c’è lo slittamento del pareggio di bilancio al 2018, un impatto di uno 0,4% da privatizzazioni e 0,5% nel 2016.