Renzi Young Pop. La geniale copertina di Rolling Stone, lui si schermisce: “Sono un semplice boy scout”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un gioco di parole con la serie tv di Paolo Sorrentino, The Young Pope, che si trasforma in The Young Pop. Così la rivista musicale Rolling Stone ha dedicato la copertina a Matteo Renzi, in vista del referendum del 4 dicembre. “Io mi considero molto semplice, l’anti-rockstar per eccellenza. Tutti quei politici che vivono nel culto di sé stessi sono gli stessi che non riescono ad accettare di andare ai giardinetti. Quindi sono sempre lì, non se ne vanno, ‘a volte ritornano’, non accettano mentalmente l’idea dei giardinetti”, ha detto il presidente del Consiglio, in riferimento a vari leader tra cui Massimo D’Alema.

“Lo vediamo anche in questa campagna referendaria. Io credo invece che la politica sia un servizio a tempo, fare la rockstar no. Mi ritengo quanto di più lontano dalla rockstar. Sono un ragazzo semplice, di periferia, un boy scout”, ha aggiunto il premier. Renzi ha poi parlato di musica: “Andiamo a comandare ce l’ho ma ho anche roba di gente che mi detesta, tipo Vorrei ma non posto (di J-Ax e Fedez, ndr). Ho veramente di tutto: da Signore delle cime all’ultimo di Elio e le storie Tese, di cui sono fan da tempi non sospetti”.