Riccardo Mancini si avvale della facoltà di non rispondere al Gip

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ex amministratore delegato di Eur Spa Riccardo Mancini si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari Stefano Aprile.
Detenuto attualmente nel carcere di Regina Coeli, Mancini è accusato di corruzione e concussione nell’ambito dell’inchiesta sull’appalto per la fornitura di 45 filobus al Comune di Roma.
Gli avvocati difensori dell’imprenditore, Luciano Moneta Caglio e Pierpaolo Dell’Anno, hanno dichiarato che la scelta di non rispondere all’interrogatorio di garanzia corrisponde alla necessità di esaminare prima accuratamente gli atti processuali.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gli inganni di Salvini e Renzi

Persa ogni vergogna, i Mattei sono arrivati al punto di venderci la loro cacca per cioccolata, spacciando con inarrivabile faccia tosta le rispettive disavventure giudiziarie per medaglie. Renzi la settimana scorsa ha fatto un discorso “altissimo” in Senato contro le distorsioni della magistratura politicizzata, dimenticandosi

Continua »
TV E MEDIA