Richetti moroso. Il deputato non paga la quota al partito. E il tesoriere Partito democratico lo deferisce. Lui replica: ho già versato 10 mila euro negli ultimi tre mesi. Caso ai garanti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il deputato del Partito democratico Matteo Richetti non è in regola con i versamenti al partito. Per questo motivo è stato deferito dal tesoriere del Pd di Modena. Il provvedimento è stato adottato in seguito alle modifiche apportate allo statuto del Pd nell’assemblea di domenica scorsa che prevedono che i parlamentari che non sono in regola con la contribuzione alla federazione di appartenenza del partito siano tolti dall’anagrafica degli iscritti. Pronta la replica di Richetti che ha spiegato di aver pagato al Nazareno, quindi al partito a Roma, 10 mila euro negli ultimi tre mesi. E Richetti sarebbe l’unico parlamentare del Partito democratico a non aver coperto i versamenti previsti. Per le verifiche del caso ora la palla passerà ai garanti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA