I ricoveri ordinari per Covid salgono al 27% in 13 regioni. Le terapie intensive sono al 18%. Ieri nuovo record di vaccini somministrati: sfiorata quota 700 mila dosi

ricoveri vaccini Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Arriva al 27% (+1%) a livello nazionale, la percentuale di posti letto nei reparti Covid ordinari. In 24 ore, secondo quanto riferisce l’Agenas, il tasso dei ricoveri cresce in 13 regioni: in Valle d’Aosta, con +8%, arriva al 54% e in Calabria tocca il 38%. Aumenta anche in Abruzzo (al 26%), Basilicata (21%), Emilia Romagna (24%), Lazio (25%), Lombardia (31%), PA di Trento (24%), Piemonte (33%), Puglia (17%), Sardegna (13%), Sicilia (32%), Veneto (25%). Tasso stabile in Campania (25%), Friuli (28%), Marche (25%), Toscana (22%).Cala in Liguria (38%), Molise (13%), Bolzano (15%), Umbria (30%).

Sale al 18% (+1%), invece, l’occupazione delle terapie intensive (era all’11% il 24 dicembre) e, a livello giornaliero, il numero di ricoveri Covid cresce in 11 regioni: la PA di Trento arriva al 31%, sale del 4% in Abruzzo (al 18%) e del 3% in Sicilia (20%) e Umbria (16%). Ma cresce anche in Calabria (20%), Campania (12%), Lombardia (17%), Piemonte (24%), Puglia (10%), Sardegna (14%), Toscana (21%). Il tasso cala in Friuli (al 21%) e PA Bolzano (17%). Stabile in Basilicata (3%),Emilia Romagna (17%), Lazio (21%), Liguria (20%),Marche (22%), Molise (5%),Val d’Aosta (18%),Veneto (20%).

Ieri nuovo record di somministrazioni: sfiorata quota 700 mila.

Continua il trend positivo di prime dosi e booster (qui il report): ieri oltre 686 mila somministrazioni, con circa 77.500 prime dosi – di cui 48 mila bambini – e 22.500 prime dosi per over 50. Quasi 550 mila le terze dosi. “Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, nel ringraziare tutto il personale sanitario per il costante sforzo profuso a favore della salute dei nostri concittadini ha evidenziato le capacità espresse dalla macchina organizzativa delle Regioni e delle P.A. coordinate dalla Struttura Commissariale”.