Rimbalzone per le Borse europee. A Piazza Affari volano i titoli bancari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Piazza Affari per ora è la regine d’Europa. Pronto riscatto dei listini dopo due giorni neri. La Borsa di Milano sfiora quasi il +5% guidata dai titoli bancari estremamente positivi: Unicredit (+9%), Intesa (+8%), Banco Popolare (+6%), Bpm (+5,8%) e Ubi (+5,03%). Ma vanno benissimo anche Exor (+8%), Fca (+4,49%) e Ferrari (+3,52%). Debole Saipem (-1,14%), unico segno meno tra i grandi titoli. Lo spread tra Btp e Bund apre in netto calo a 142,3 punti. Il rendimento del titolo decennale italiano scende all’1,69%. Ieri lo spread aveva chiuso a 146 punti ai massimi da luglio 2015. Lieve rialzo per il prezzo del petrolio dopo il crollo sotto quota 28 dollari di ieri.

Deutsche Bank segna un rialzo del 10% alla Borsa di Francoforte dopo le perdite dei giorni scorsi. Il colosso tedesco starebbe considerando di utilizzare parte della propria liquidità per un’operazione di riacquisto del proprio debito che allevierebbe i timori dei mercati emersi questa settimana. Secondo l’agenzia Bloomberg, nessuna decisione è stata ancora presa sul ‘buyback’. L’operazione, secondo il Financial Times, riguarderebbe solo i bond senior (quelli meno rischiosi). Restano col segno negativo, invece, le borse asiatiche.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA