Rimini, giovane nigeriano richiedente asilo accoltellato e investito. Individuato l’aggressore: è accusato di tentato omicidio per motivi razziali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un ragazzo nigeriano di 25 anni è stato insultato, accoltellato e infine, mentre provava a scappare, investito con l’auto. I fatti sono accaduti nella giornata di ieri davanti a un supermercato di Rimini e gli inquirenti sospettano che possa esserci la matrice razziale dietro all’accaduto. Erano circa le 19 quando è avvenuta l’aggressione in viale Trieste. Il nigeriano è stato portato in ospedale dove gli sono state riscontrate fratture multiple, milza spappolata e varie emorragie che hanno comportato il ricovero in terapia intensiva dove lotta tra la vita e la morte.

La polizia, risalendo alla targa del veicolo, in poco tempo è riuscita a individuare l’aggressore: si tratta di un 39enne con diversi precedenti penali. Secondo una prima e parziale ricostruzione prima ci sarebbero stati diversi insulti verbali a cui il ragazzo nigeriano non avrebbe reagito. Poi tutto il resto per cui ora l’uomo è stato portato in questura accusato di tentato omicidio aggravato dai futili motivi e dall’odio razziale. La Polizia ha rinvenuto nell’auto il coltello utilizzato per l’aggressione che era ancora sporco di sangue.

Il nigeriano era arrivato in Italia lo scorso mese di settembre dopo essere sbarcato in Sicilia. In Emilia Romagna era arrivato smistato attraverso il progetto Hub di Bologna. Da quanto risulta sarebbe di fede cristiana e avrebbe presetntato regolare istanza per la richiesta d’asilo politico.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA