Riparte la macchina del fango contro il M5S

Ancora Fake news contro il M5S. Conte: "Tra me e Beppe Grillo non c'è stata nessuna telefonata ieri sera e quindi nessun aut aut"

“Tra me e Beppe Grillo non c’è stata nessuna telefonata ieri sera e quindi nessun aut aut”. È quanto ha detto il leader del M5S, Giuseppe Conte, smentendo ricostruzioni secondo cui il garante Beppe Grillo avrebbe minacciato di lasciare il Movimento se nelle candidature per le elezioni fossero concesse delle deroghe al limite dei due mandati. L’aut aut è stato smentito anche da fonti vicine allo stesso Grillo, che lo definiscono “una fake news”.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO BLU 2019, RAPPORTO ANNUALE DELL’AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

M5S, la lite tra Conte e Grillo sui due mandati è l’ennesima Fake news

“Smentisco categoricamente tutte le indiscrezioni in merito. Abbiamo di fronte una grande battaglia da combattere tutti insieme per il Paese, guardiamo uniti nella stessa direzione” ha aggiunto Conte.

Conte: “Tra me e Beppe Grillo non c’è stata nessuna telefonata ieri sera e quindi nessun aut aut”

Ira di Beppe Grillo contro coloro “che diffondono fake news e brigano per ottenere una modifica della regola dei due mandati”, che “farebbe esplodere il Movimento”, hanno riferito alle agenzie di stampa alcuni parlamentari del M5S.

Secondo le stesse fonti il fondatore del M5S “non ha alcuna intenzione di lasciare il M5S” qualora ci fossero deroghe a una delle regole auree dei cinque stelle: “Beppe non lascia, semmai è lui che invita gli altri a lasciare il Movimento, cioè quelli che non credono nei suoi valori”. Tra questi il garante non annovera il leader del M5S Giuseppe Conte, con il quale invece “non ci sono scontri” e starebbe lavorando “di comune accordo” per individuare “la soluzione migliore”, riferiscono le stesse fonti.

Leggi anche: Il tridente M5S in campo per recuperare consensi

Pubblicato il - Aggiornato il alle 08:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram