Roma, Valeria Fioravanti è morta di meningite: aveva solo 27 anni. La Procura indaga per omicidio colposo

Valeria Fioravanti aveva solo 27 anni ed era mamma di una bimba di 13 mese. La ragazza è morta dopo aver girato 4 ospedali di Roma.

Valeria Fioravanti è morta in uno degli ospedali di Roma per una meningite batterica. La ragazza ha iniziato ad accusare dolori e fastidi il 25 dicembre scorso. Ma ben tre ospedali romani l’hanno dimessa senza fare accurati approfondimenti sui dolori accusati della ragazza. Arrivata al quarto ospedale era ormai troppo tardi.

Roma, Valeria Fioravanti è morta di meningite: aveva solo 27 anni. La Procura indaga per omicidio colposo

Roma, Valeria Fioravanti è morta di meningite: aveva solo 27 anni

Valeria Fioravanti aveva 27 anni ed era mamma di una bimba di 13 mesi. Purtroppo la sua vita è terminata per sempre a causa di una meningite batterica. La ragazza ha iniziato il suo calvario negli ospedali di Roma a partire dal 25 dicembre scorso, quando ha iniziato ad avvertire ed accusare fastidi dopo la rimozione di un ascesso.

Gli ospedali che non sono riusciti a capire la causa del suo malessere fisico sono il Campus Biomedico, l’Ospedale Casilino, il San Giovanni e il Gemelli dove la donna è morta. Inizialmente,  la 27enne è stata operata al Campus Biomedico di Roma per un ascesso. A seguito delle dimissioni, la ragazza sarebbe andata al pronto soccorso del Policlinico Casilino, accusando un forte mal di testa, dolori alla schiena e al collo. Le sarebbe stata diagnosticata una forte cefalea e per questo sarebbe stata dimessa con la prescrizione di antinfiammatori. Il dolore però sarebbe poi peggiorato. Così è stata portata dalla famiglia al Casilino, altra diagnosi errata. Al San Giovanni la risposta è stata: protrusione alla colonna vertebrale e la cura un collare per una settimana. Quando, poi nel quarto ospedale, si è capita la vera causa è stato ormai troppo tardi. Valeria è entra prima in coma, poi ha ricevuto un’altra operazione e poi si è spenta per sempre. Valeria lascia il compagno Fabrizio, la sua piccola bambina, il papà Stefano, la mamma Tiziana, la sorella Flavia.

La Procura indaga per omicidio colposo

La famiglia della ragazza ha denunciato la morte della figlia alla Polizia. “Vogliamo che qualcuno paghi per gli errori che hanno portato alla morte di Valeria. L’hanno cacciata dagli ospedali, secondo loro stava esagerando” denunciano i genitori. La Regione Lazio ha attivato un’indagine interna per accertare i fatti così come la Procura di Roma indaga per omicidio colposo per colpa medica, contro ignoti. L’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato ha affermato che la Regione attiverà un audit per verificare che siano stati seguiti i protocolli medici.

Leggi anche: Caos di multe a Roma, scade la concessione Comune-Motorizzazione e i vigili restano senza archivio. Impossibile trovare i trasgressori e inviare i verbali

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram