Ruspe nel maneggio dell’ex sindaco di Sulmona Federico. Si cercano carcasse di cavalli da corsa morti. Il sospetto è che siano stati dopati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Da questa mattina gli escavatori sono in azione al maneggio dell’ex sindaco di Sulmona, in provincia dell’Aquila, Fabio Federico. Nella frazione Marane di Sulmona, alle falde di monte Morrone, i Carabinieri cercano alcune carcasse di animali che sarebbero stati seppelliti illegalmente e tra queste almeno 10 sarebbero di cavalli. Una pista delle indagini condotte dai militari dell’Arma, partite dalla denuncia di alcuni animali seppelliti nel canile municipale con diversi altri esposti, porta ora al maneggio dell’ex primo cittadino della valle Peligna (in quota centrodestra) per individuare eventuali fosse comuni nei terreni della struttura gestita da un allevatore del posto che esclude però seppellimenti non autorizzati di animali nei 10 anni in cui l’area è stata da lui gestita. Tuttavia l’uomo non può garantire che anche chi lo ha preceduto nella gestione del maneggio abbia fatto altrettanto. Toccherà ai carabinieri forestali e ai veterinari dell’Azienda sanitaria locale, tramite i rilevatori di eventuali microchip, ossia i dispositivi d’identificazione incapsulati sotto la pelle degli animali, identificare eventuali carcasse recuperate. I cavalli sarebbero stati sotterrati per motivi poco chiari e probabilmente erano impiegati in attività e competizioni particolari. Per questo non si esclude che la loro morte dovesse passare inosservata e presto, rassicurano gli inquirenti, i motivi potrebbero essere chiari.