Russiagate, il legale di Savoini chiede al Riesame il dissequestro del cellulare e dei documenti prelevati dalla Guardia di Finanza durante la perquisizione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La difesa di Gianluca Savoini ha depositato oggi la richiesta di dissequestro del materiale acquisito dalla Procura di Milano (documenti e smartphone) nell’ambito dell’inchiesta sui presunti finanziamenti russi alla Lega che vede il presidente dell’associazione Lombardia-Russia indagato per corruzione internazionale. La legale di Savoini, Lara Pellegrini, ha quindi deciso di impugnare davanti al Riesame l’istanza di dissequestro non solo del cellulare del suo cliente, ma anche dei documenti prelevati durante la perquisizione compiuta nelle scorse settimane dalla Guardia di finanza. I pm dovranno ora depositare le motivazioni per le quali il materiale sequestrato, e in particolare lo smartphone in uso a Savoini, sono ritenuti utili ai fini dell’indagine.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA