Russiagate, il genero di Trump è indagato dall’Fbi. Jared Kushner, marito di Ivanka, sarebbe in possesso di informazioni rilevanti sulle presunte interferenze del Cremlino sulla campagna elettorale delle presidenziali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Donald Trump deve incassare un altro brutto colpo. Perché il genero nonché suo stretto consigliere, Jared Kushner, è indagato dall’Fbi nell’ambito dell’inchiesta sul Russiagate. La notizia è arrivata dalla Nbc che ha riferito dell’indagine secondo cui Kushner sarebbe in possesso di informazioni rilevanti.

Ora è ufficiale che il marito di Ivanka è finito nell’inchiesta sulle interferenze di Putin e del Cremlino durante la campagna elettorale 2016 come “persona di interesse”. Adesso Kushner potrebbe essere costretto ad anticipare il rientro negli States dal viaggio in Europa a seguito del presidente. Una cosa però è chiaro al momento al consigliere del presidente non accusato di nulla in particolare, se non del fatto di essere in possesso di informazioni delicate. In pratica la sua posizione non è grave come quelle del generale Michael Flynn o dell’ex direttore della campagna elettorale di Trump, Paul Manafort. Questi ultimi due rischiano davvero grosso nell’indagine.

Nel mirino per Kushner ci sarebbero alcuni incontri avuti con alte sfere russe a dicembre quando Trump era stato già eletto. Per ora dalla Casa Bianca preferiscono non commentare gli sviluppi delle indagini, ma uno degli avvocati di Kushner ha fatto sapere che il suo assistito si era già offerto di rivelare al Congresso tutte le informazioni in suo possesso.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA