Saluti romani a Cogoleto, indagati i tre consiglieri comunali. Per la Procura di Genova hanno violato la legge Mancino

Saluti romani Cogoleto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Procura di Genova ha indagato per violazione della legge Mancino i tre consiglieri comunali di Cogoleto (leggi l’articolo), Valeria Amadei, Francesco Biamonti e Mauro Siri, che nella seduta consiliare del 27 gennaio scorso, in cui si celebrava il Giorno della Memoria, avrebbero ripetutamente fatto il saluto romano mentre votavano alcune delibere.

“Si tratta di una iscrizione doverosa – sottolinea il procuratore aggiunto Francesco Pinto – perché deve essere chiaro che nel nostro ordinamento il razzismo e l’antisemitismo non sono opinioni ma delitti e la reazione deve essere immediata quando succedono certi fatti”.

L’articolo 2 della legge Mancino punisce “chiunque, in pubbliche riunioni, compia manifestazioni esteriori od ostenti emblemi o simboli propri o usuali delle organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi” che incitano alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.