Salvare Alitalia è costato agli italiani 7,4 miliardi di euro. Il costo per gli italiani sotto la gestione commissariale dal 2008 al 2014 è stato invece di 4,1 miliardi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Salvare Alitalia e consegnarla con i conti (quasi) a posto a Etihad è costato agli italiani 7,4 miliardi di euro. A fare i conti, mettendo insieme tutte le uscite e le entrate per lo Stato dal 1974 fino al 2014, è Mbres, l’ufficio studi di Mediobanca che ha calcolato il totale degli oneri per il paese analizzando i bilanci della gestione pubblica fino al 2007. In particolare l’onere a carico del settore pubblico e della collettività prodotto dalla gestione “in bonis” dal 1974 al 2007 è stato di 3,3 miliardi (a valori 2014). Il costo per gli italiani sotto la gestione commissariale dal 2008 al 2014, dopo l’intervento di Silvio Berlusconi per mantenere l’italianità e l’arrivo della cordata dei patrioti guidata da Roberto Colaninno, è stato invece di 4,1 miliardi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA