San Giuda manda in tilt il Regno Unito e Francia. Si tratta della tempesta del secolo: 5 morti e 650 mila persone al buio. Voli annullati e trasporti bloccati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È arrivata sul Regno Unito meridionale la cosiddetta ‘tempesta di San Giuda’, accompagnata da venti con intensità da uragano che stanno causando interruzioni di corrente e forti disagi nei trasporti. Sono circa 650mila le abitazioni rimaste senza elettricità tra Inghilterra, Francia e Olanda, mentre all’aeroporto londinese di Heathrow sono stati cancellati circa 130 voli. Finora anche 5 morti tra cui un adolescente di 14 anni finito in mare. I servizi ferroviari fra gli scali di Gatwick e Stansted e il centro di Londra sono stati sospesi e le autorità hanno inoltre chiuso il porto di Dover, fermando i traghetti fra Regno Unito e Francia. Alcune linee ferroviarie locali sono state isolate, e alcune strade sono state chiuse al traffico a causa della caduta di alberi e pali della luce. La compagnia aerea British Airways ha reso noto che i voli a lungo raggio dovrebbero operare regolarmente, mentre il programma di quelli europei è stato ridotto con la possibilità che ci siano ulteriori cancellazioni nel corso della giornata. I meteorologi ritengono che i forti venti della tempesta, che soffiano a velocità fra i 120 e i 130 chilometri all’ora, dovrebbero iniziare a placarsi entro metà mattina. Le autorità temono che il ragazzo, finito in acqua mentre giocava in spiaggia, non sia sopravvissuto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA