Scappatelle con la tata: un trend hollywoodiano, e non solo. La protagonista delle fantasie erotiche dell’82% degli uomini è sempre la tata. Le mogli le vogliono poco sexy

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Secondo un recente sondaggio, la tendenza tutta hollywoodiana di tradire con la tata, sta prendendo sempre più piede nella vita reale, lontana dai riflettori. Nell’80% dei casi, infatti, la tata è protagonista dei sogni erotici dei tanti papà costretti a resistere alle provocazioni delle belle ragazze che si occupano dei loro bambini.

Nel 2015 abbiamo assistito al fallimento di alcuni matrimoni vip, proprio a causa delle relazioni extraconiugali con la tata: sia Gwen Stefani e Gavin Rossdale, che Ben Affleck e Jennifer Garner, hanno visto il loro sogno d’amore svanire per colpa di un’irresistibile baby-sitter. Ancor prima, anche le coppie Jude Law-Sienna Miller e Uma Thurman-Ethan Hawke si sono ritrovate vittime delle loro belle ragazze alla pari. E la stessa sorte è toccata ad Arnold Schwarzenegger, che ha avuto addirittura un figlio dalla relazione segreta con la domestica.

Il sondaggio, condotto da Victoria Milan, un sito di incontri per persone sposate o impegnate in cerca di scappatelle, ha intervistato un campione di 3.652 utenti maschili per scoprire quali sono i pensieri più profondi, oscuri e osceni dei papà, quando si trovano di fronte alla tata dei loro figli.

Nove uomini su dieci sono convinti del fatto che le mogli siano molto attente all’aspetto fisico delle tate, nel momento dell’assunzione. Le tentazioni per il marito sarebbero inevitabili, se a badare ai bimbi fosse una donna sexy e prosperosa. Ma oltre al corpo, gli uomini si lasciano affascinare da altro.

Principalmente, le tate conquistano l’attenzione dei papà con il loro modo amorevole e premuroso con cui si prendono cura dei bambini, secondo il 28% degli intervistati.

Meno del 20% trova interessante il fatto che la tata è, nella maggior parte dei casi, giovane e piena di vita. Il 18% trova irresistibile il fatto che la tata sia sempre presente in casa e infine, il 13% si lascia tentare dal fascino del proibito.

L’amministratore e fondatore di Victoria Milan, Sigurd Vedal, interpreta le risposte degli intervistati come un chiaro desiderio di novità.

“La tata rappresenta una nuova presenza in casa, che porta allegria e anche qualche stimolo tutto nuovo. Se il motivo principale per cui gli uomini fantasticano sulle tate è il loro modo di agire, e non la loro fisicità come ci si aspetterebbe, è facile capire che c’è una sempre maggiore voglia di sentimenti e attenzioni da parte degli uomini. Senza ombra di dubbio, scegliere una domestica poco sexy non debella il rischio che il proprio marito si innamori di un’altra”, conclude Vedal.