Scarlett Johansson, bella e censurata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non andrà in onda durante il Super Bowl, com’era previsto, questa versione dello spot della SodaStream che ha per testimonial Scarlett Johansson. Colpa della frase finale dell’attrice – “Scusate Pepsi e Coke” – che lascia intendere la superiorità del prodotto che sta bevendo senza fornire alcun dato e, quindi, senza rispettare le regole previste per la pubblicità comparativa. E’ bastata la notizia dell’esclusione per far impennare le visualizzazioni del filmato su YouTube, ormai prossime ai 2 milioni. L’azienda della bevanda ci guadagna: basti pensare che 30″ di spot durante il Super Bowl – evento sportivo seguito da più di 100 milioni di telespettatori – costano tra i 3 e i 4 milioni di dollari

GUARDA LO SPOT

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA