Scontri G8, arrestato l’ultimo latitante. L’anarchico Vecchi rintracciato in Francia dalla Polizia. Deve scontare 11 anni di carcere per le violenze di Genova

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ stato rintracciato e arrestato in Francia Vincenzo Vecchi, 46 anni, condannato con sentenza definitiva della Corte di Cassazione il 13 luglio 2012 a 11 anni e 6 mesi di reclusione per le violenze a Genova in occasione del G8 del 2001. Le indagini sono state condotte dalla Polizia di Milano, e nei confronti di Vecchi era stato emesso un mandato di arresto europeo. Secondo quanto ha reso noto la polizia, Vecchi, esponente dell’area anarco-autonoma milanese, con il volto coperto e insieme con manifestanti ha danneggiato, distrutto e incendiato svariati beni, tra cui alcune banche, auto e un supermercato, lanciando inoltre bottiglie, sassi alle forze dell’ordine e facendo esplodere alcune molotov. L’uomo è stato arrestato a Saint Gravé dans le Morbihan, un piccolo borgo nella regione della Bretagna, dove lavorava come imbianchino. Non aveva documenti di riconoscimento, ma solo una tessera che riportava il nominativo di Vincent Papale. Vecchi era l’ultimo condannato per i fatti del G8 di Genova ancora irreperibile.