Servono mascherine ad alta protezione. Il fabbisogno è di 90 milioni di pezzi al mese. Borrelli: “A breve si avvierà la produzione nazionale”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Servono subito mascherine ad alta protezione. Secondo i calcoli della Protezione civile il fabbisogno è di 90 milioni di pezzi al mese. Per questo il Governo è impegnato a favorire la produzione di questi dispositivi in Italia. Le scorte “iniziano a scarseggiare”, hanno scritto al presidente Mattarella gli anestesisti. In Lombardia, in particolare, “basteranno solo per un paio di giorni”. Le risorse, da ieri, ci sono. Il Governo, con il decreto Cura Italia, ha stanziano 3,5 miliardi di euro. “A breve – ha assicurato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli – si avvierà la produzione nazionale di mascherine. Ricevo richieste di tantissime aziende che si propongono di produrle”. Il Dipartimento “non produce né commercializza” mascherine. “Lavoriamo notte e giorno per cercare mascherine, ventilatori, camici e guanti” ha detto Borrelli, rispondendo alle polemiche sollevate da alcune regioni, Lombardia in testa, proprio sulla questione dei dispositivi di protezione individuale. “Dobbiamo prendere atto – ha aggiunto – che in Italia non esistono produzioni di questo tipo e la nomina del commissario Arcuri serve anche a questo”.