Shrinkflation, cos’è, come funziona e come accorgersi del trucco delle confezioni con meno prodotto allo stesso prezzo

Shrinkflation è un fenomeno che si sta diffondendo in campo commerciale e che favorirebbe i produttori a discapito dei consumatori.

Shrinkflation è un nuovo fenomeno che nelle ultime settimane si sta diffondendo in particolare nei supermercati. Arriva dagli Stati Uniti, ma ecco che si rischia di cadere vittime anche in Italia.

Shrinkflation, cos’è, come funziona e come accorgersi del trucco delle confezioni con meno prodotto allo stesso prezzo

Shrinkflation, cos’è e come funziona

Nelle ultime settimane si sta diffondendo un nuovo fenomeno “ingannevole” per i consumatori nei diversi esercizi commerciali e in particolare nei supermercati. C’è chi trova la causa di questo fenomeno nella guerra in Ucraina e nei prezzi di materie prime che sono aumentati.

Analizzando la parola, Shrinkflation deriva dalla crasi del verbo “shrink” (“restringere”) e di “inflation” (“inflazione”) e indica una sorta di “trucchetto svuota-carrelli“, come è stato già definito le associazioni di consumatori. Dunque, il consumatore si trova il prodotto allo stesso prezzo, ma di dimensioni e quantità più ridotte per fare l’esempio di un supermercato, oppure in hotel stesso prezzo, sempre, ma meno servizi rispetto a prima. In questo modo, il consumatore si illude di acquistare sempre lo stesso prodotto allo stesso prezzo, ma in realtà, sta subendo un vero e proprio rialzo dei costi.

Come accorgersi del trucco delle confezioni con meno prodotto allo stesso prezzo

Per evitare di cadere nel tranello del fenomeno Shrinkflation, una prima soluzione è quella di optare per aziende locali o considerare marche diverse che possono permettere un risparmio senza dover per forza rinunciare alla quantità desiderata. Inoltre, è necessario nel momento in cui si dovesse scegliere per offerte di maxi confezioni o del famoso 3×2, a quel punto la ‘truffa’ potrebbe addirittura essere più dannosa.

Leggi anche: Perché il pane è aumentato anche se fatto con 100% di grano italiano? Speculazioni in corso

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram