Sì al metodo Stamina per la piccola Noemi

La piccola Noemi potrà sottoporsi a cure con il metodo Stamina preso l’azienda ospedaliera Ospedali civili di Brescia. La decisione del Tribunale dell’Aquila che ha modificato il provvedimento del giudice del lavoro Anna Maria Tracanna depositato lo scorso 25 novembre e ha ordinato l’immediata somministrazione delle cellule staminali. La piccola Noemi, affetta da Sla, potrà curarsi con le cellule staminali. “Finalmente una buona notizia, dopo tanto siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo per la nostra piccola Noemi. Adesso aspettiamo la chiamata degli ospedali Civili di Brescia”, dichiara il papà della piccola Noemi, Andrea Sciarretta.

Sì al metodo Stamina per la piccola Noemi
Pubblicato il - Aggiornato il alle 09:11
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram