Si arricchisce il fronte dei governatori ribelli del Nord. Gara tra Cirio e Zaia a chi la spara più grossa sul Governo

dalla Redazione
Politica

Si arricchisce il fronte dei governatori ribelli del nord. Dopo le critiche a pioggia del presidente del Veneto, Luca Zaia, e del collega lombardo, Attilio Fontana, anche il governatore forzista del Piemonte, Alberto Cirio (nella foto), è entrato in rotta di collisione con il governo. L’esponente di Forza Italia, polemico con l’Esecutivo Conte, ha dichiarato: “Invoco una strategia nazionale perché al momento non la vedo”. “Io sono a disposizione ma il governo non deve ripetere l’errore che ha fatto con le misure di contenimento di inizio marzo fatte per provincia” sostiene Cirio. Secondo il presidente del Piemonte tra gli errori c’è la “non omogeneità nazionale” dei provvedimenti precedenti mentre ora “abbiamo bisogno di omogeneità territoriale, di aree geografiche come il Nord Ovest”.