Sirenetta nera nel live action della Disney: tante le polemiche. Sui social diverse le risposte alle accuse razziste

Sirenetta nera: la scelta della Disney di avere la protagonista Ariel non con la pelle bianca ha fatto infuriare diversi utenti.

Sirenetta nera: nell’ultimo film della Disney in uscita al Cinema, ci sono state tante polemiche ed accuse sulla scelta della protagonista dalla pelle nera. Tuttavia, agli insulti hanno fatto seguito tante risposte di solidarietà.

Sirenetta nera nel live action della Disney: tante le polemiche. Sui social diverse le risposte alle accuse razziste

Sirenetta nera nel live action della Disney: tante le polemiche

Presto arriverà al Cinema il nuovo film della Disney su La Sirenetta. Il 10 settembre gli account ufficiali di Disney hanno condiviso il primo video che presenta il film. Diretto da Rob Marshall, si tratta di un remake del capolavoro del 1989. La data d’uscita è stata fissata al 26 maggio 2023 dopo diversi ritardi sulla tabella di marcia. Tuttavia, la sopresa che ha colpito molti dalle prime immagine è la scelta della protagonista Ariel dalla pelle nera. “I canoni dei personaggi vanno rispettati”, è l’appello che sta girando sul web. Diversi sono stati i commenti razzisti e fuori luogo che hanno acceso le polemiche a seguito della pubblicazione del primo trailer.

Ecco uno dei tanti commenti più “puliti”: “Secondo il mio modesto parere, una Sirenetta di colore, nera, non ha senso. È una demenza allucinante. È come se da domani, Alì Babà e i 40 ladroni, fossero raffigurati biondi e con gli occhi azzurri. Questo POLITICAMENTE CORRETTO sta facendo rincretinire la gente“.

Sui social le risposte alle accuse razziste

Tra le tante risposte alle accuse razziste, colpisce in particolare quella della scrittrice Djarah Kan. “La multinazionale della nostalgia più famosa al mondo meglio conosciuta come la Disney ha rilasciato il primo trailer ufficiale de La Sirenetta. Tuttavia, i sommelier dell’accuratezza dei live action Disney e i Fasci in difesa della memoria dell’infanzia degli anni novanta non riescono proprio a mandare giù l’idea che la loro tanto amata sirenetta bianca, nel 2022 sarà interpretata da un’attrice NERA”, scrive Djarah Kan in una lunga didascalia a corredo delle immagini che mettono a confronto l’attrice Halle Bailey e la Ariel del lungometraggio d’animazione del 1989.

“Non voglio nemmeno ritornare sulla polemica di quanti, nel tentativo di nascondere il loro sincero e genuino fastidio razzista, si arrampichino sugli specchi improvvisandosi esperti del folklore Danese, o mitologia greca perché le sirene nel folklore africano, esistono”, specifica Kan. “Quello che mi piacerebbe condividere con voi è il tema del ruolo degli attori neri, che puntualmente vengono spogliati della loro professionalità a tal punto da fare apparire i ruoli che interpretano come un favore facente parte di un’agenda politica”, prosegue Djarah Kan.

Leggi anche: Migranti, sbarchi continuano a Lampedusa così come i morti in mare: hotspot in emergenza

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram