Siria, nel mirino anche Medici senza Frontiere

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Medici senza Frontiere nel mirino dei qaedisti “Isis”. Sei dipendenti, tutti europei, sono stati rapiti nel nord della Siria. Non ci sono italiani e i sei sarebbero stati presi “apparentemente per essere interrogati”. Tra loro dovrebbero esserci medici spagnoli, francesi e tedeschi. E’ quanto riferisce  il portavoce della rete dell’opposizione anti-Assad Sham en Lataquia, conosciuto come Abu Hasan, sottolineando che saranno interrogati da un tribunale islamico perché accusati di collaborare con l’intelligence turca.