Solo sugli ascolti la Rai è Mondiale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Di Marco Castoro

Alla fine i Mondiali di calcio sono stati un vero affare per la Rai. Viale Mazzini ha risparmiato sui diritti e ha incassato sugli ascolti. Non ha trasmesso tutte le partite è vero, ma quelle più importanti sì. La finale fra Germania e Argentina è stata seguita da 13 milioni 952mila spettatori con il 56,71% di share. Nei tempi supplementari gli spettatori sono aumentati (14 milioni 508mila e il 61,89%). Già mezz’ora prima del fischio d’inizio la partita ha incollato allo schermo della tv di Stato 6 milioni 866mila teste con il 33,84%. Semmai quello che ha lasciato a desiderare è stato il parterre degli ospiti. Troppi giornalisti in vetrina e pochi ex calciatori. Il solo Marco Tardelli non è bastato per reggere la sfida contro la concorrente Sky. Ha dovuto marcare contemporaneamente Luca Vialli, Alex Del Piero, Billy Costacurta e Massimo Mauro. A volte pure Paolo Rossi. Nonché una straripante Ilaria D’Amico. Alla fine il pubblico sintonizzato sulla Rai, per non annoiarsi, ha contato i tic alla Celentano di Jacopo Volpi o le entrate in scivolone (più che in scivolata) di Simona Rolandi. Per non parlare di Matteo Materazzi, per il quale resta ancora il mistero su quale sia stato il suo valore aggiunto in questo Mondiale. Migliori in campo: Andrea Fusco e la sigla di Mina. Anche Sky può ritenersi soddisfatta degli ascolti. Seppure, uscita l’Italia, in pratica ha dovuto regalare le partite. Gli abbonati in media che hanno visto la finale sono stati 2.487.403, con share del 10,11%: si tratta della partita tra squadre straniere più vista di sempre su Sky (il doppio dell’ascolto di Spagna-Olanda di 4 anni fa). I complimenti all’emittente satellitare vanno fatti per gli approfondimenti super competenti degli opinionisti che hanno vivisezionato ogni tiro e ogni gesto tecnico dei protagonisti. Ai ragazzi sarà sembrato di stare alla scuola calcio.

Motomondiale. Cielo impenna
La Germania porta bene anche a Cielo che il suo Mondiale lo corre sulle due ruote. La gara sul circuito tedesco del MotoGp ha ottenuto il 9,31% di share con 2 milioni e 33 mila telespettatori medi, facendo di Cielo il terzo canale più visto in assoluto durante la diretta. Toccato il picco di ascolti nelle fasi finali della gara con il 10,59% di share e 1 milione e 600 mila spettatori.

Dal Tg2 all’ospedale
Il direttore del Tg2, Rocco Tolfa, è finito all’ospedale dopo essere caduto dalla bicicletta, riportando un forte trauma al volto. Il giornalista era uscito con alcuni amici e stava pedalando in strada nei pressi di Priverno, in provincia di Latina, quando ha perso aderenza sull’asfalto, probabilmente molto viscido a causa della pioggia della notte precedente.