Sondaggi politici: Conte piace a più della metà degli italiani, che preferiscono Crimi a Renzi

sondaggi politici oggi 7 aprile conte 1
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I sondaggi politici di Ipsos dicono che Giuseppe Conte è il leader politico più amato degli italiani. E l’Avvocato del Popolo riscuote il consenso di più della metà della popolazione: il 53%. Mentre tra i partiti si assottigliano le distanze tra Lega, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia. Che adesso sono racchiusi in appena quattro punti percentuali. Secondo Swg e il Tg di La7 invece la Lega torna a guadagnare voti.

Sondaggi politici: Giuseppe Conte piace a più della metà degli italiani

Nando Pagnoncelli ha illustrato ieri i risultati della rilevazione per DiMartedì di Giovanni Floris. La rilevazione sulle preferenze nei confronti dei partiti dice che la Lega è al 22%, il Partito Democratico la tallona con il 20%, mentre subito dopo, praticamente attaccati, ci sono Fratelli d’Italia (18%) e Movimento 5 Stelle (17,8%). Segue Forza Italia con il 7,7% e, molto più distanziata, Italia Viva con il 2,3%. Poi ci sono Azione! con il 2,2%, Sinistra Italiana con l’1,8% (stessa percentuale di Europa Verde) e + Europa con l’1,6%. Chiude la fila delle preferenze il partito del ministro della Salute Roberto Speranza, Articolo Uno – MdP, con l’1%. Le altre liste sono accreditate di un 3,8%.

sondaggi politici oggi 7 aprile conte

Ipsos ha sommato anche il valore degli schieramenti: il centrodestra (Lega, Fdi, FI) si attesta al 47,7% delle preferenze. Il centrosinistra con il Movimento 5 Stelle, ovvero l’alleanza giallorossa che ha retto il Conte Bis, arriva al 40,6%. Il gradimento dei leader politici invece vede il trionfo di Conte, indicato con il 53% delle preferenze, seguito da Speranza con il 39% e Giorgia Meloni con il 37%. Seguono Enrico Letta con il 34% che supera Matteo Salvini, ancorato al 33%. Negli ultimi posti Vito Crimi (17%) supera in popolarità Matteo Renzi (11%). Il livello di gradimento per Mario Draghi è al 61% mentre quello del suo governo è più basso: 57%.

Sondaggi politici oggi: SWG per il Tg di La7

I sondaggi politici di Swg illustrati ieri sera dal direttore del Tg di La7 Enrico Mentana invece danno la Lega al 22,8%, in crescita dello 0,2% mentre il Partito Democratico perde lo 0,4% ed è al 18,4%. Fratelli d’Italia perde lo 0,1 ed è al 17,6% mentre il MoVimento 5 Stelle guadagna qualcosa e approda al 17,5% tallonando il partito di Giorgia Meloni. Piuttosto staccata anche qui Forza Italia (6,8%) ma in crescita (+0,3%), così come Azione che arriva al 3,5% e Sinistra Italiana al 2,7% (+0,2%).

sondaggi politici oggi tg la7 swg

Italia Viva è al 2,4% e guadagna lo 0,2% mentre i Verdi perdono lo 0,4% e sono all’1,9%. Più Europa guadagna lo 0,1% ed è all’1,8% mentre Mdp – Articolo Uno è all’1,7% e perde uno 0,3%. Cambiamo! di Giovanni Toti è all’1% (-0,3%).

Sondaggi politici oggi: la Lega perde dieci punti in un anno

Intanto Il Fatto Quotidiano racconta oggi che il presidente del Consiglio, anche alla luce dei sondaggi degli ultimi giorni che danno il suo indice di gradimento in calo, ha capito che non può più fare a meno della comunicazione sui social network per arrivare a più persone possibile: non aprirà, almeno nell’i m m ediato, un profilo social ma l’ordine è quello di far crescere la pagina istituzionale della Presidenza del Consiglio sul modello di quella dell ’Eliseo in Francia e della Casa Bianca negli Stati Uniti.

Sicché la portavoce del premier Paola Ansuini, una vita nella comunicazione di Banca d’Italia, ha deciso di coinvolgere anche gli altri esperti sul tema di Palazzo Chigi – in primis il capo di Gabinetto Antonio Funiciello e il giornalista Ferdinando Giugliano (che cura i rapporti con i media esteri) –per trovare un profilo che possa dare una svolta social alla comunicazione di Draghi. L’obiettivo sarà quello di mettere in piedi una struttura adeguata, una vera squadra social, ma i lavori sono ancora in corso.

Come abbiamo raccontato ieri, la Lega intanto ha perso dieci punti percentuali nei sondaggi politici in un anno. Il Carroccio ha avuto un crollo costante, accentuato nell’ultimo anno, da quando è iniziata la pandemia. Da inizio 2020 ha perso ben dieci punti percentuali nelle intenzioni di voto. Nel gennaio 2020 la Lega veleggiava intorno al 32% mentre secondo l’ultima supermedia settimanale di Youtrend il Carroccio è sceso sotto la soglia psicologica del 23%, pur rimanendo il primo partito: oggi è al 22,9%, il minimo storico negli ultimi tre anni.

Il primo maggio 2020, a due mesi dalle elezioni che avevano portato alla nascita del governo Lega-M5s, la Lega dominava i sondaggi politici. Raggiunse il 34% alle elezioni europee e il picco del consenso ad agosto, con la caduta del governo: il 36,8%. Da quel momento il calo è stato costante: secondo la supermedia Youtrend nelle ultime due settimane il Carroccio ha perso lo 0,4%, così come Forza Italia, altra forza aperturista, è in calo (-0,6%).

Ma è il sostegno al governo Draghi ad aver prosciugato i consensi di Salvini. La Lega ha perso lo 0,6% secondo Youtrend. Mentre per Open Polis, che ha analizzato i sondaggi dell’ultimo anno facendo una media aritmetica tra le rilevazioni degli istituti Emg , Ixe , Tecnè, Swg, Euromedia e Ipsos soffermandosi sui rapporti di forza tra le coalizioni se nel centrosinistra Pd e M5S sono rimasti più o meno stabili, il cambio di scenario riguarda il centrodestra.