Sorci sempre più Verdini. Il senatore di Ala rinviato a giudizio per il crac del Giornale della Toscana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ancora guai per Denis Verdini. Il senato oggi è stato rinviato a giudizio dal Gup di Firenze per il fallimento della Società Toscana di Edizioni che fino all’ottobre 2012 pubblicava Il Giornale della Toscana. Verdini è accusato di bancarotta aggravata. Per il processo ci sarà da attendere quasi un anno visto che la prima udienza è prevista il 14 marzo 2017. Per il senatore di Ala, ora tra i principali sostenitori del governo Renzi, si tratta dell’ennesimo guaio giudiziario. Quello odierno è il sesto rinvio a giudizio in soli due anni. Quattro sono legati proprio alla sua società editoriale. Verdini è socio di maggioranza e “amministratore di fatto” della società editrice. Oltre al senatore sono stati rinviati a giudizio anche il deputato di Ala Massimo Parisi, ex coordinatore regionale toscano di Forza Italia e già amministratore delegato della Ste, Girolamo Strozzi Guicciardini, ex presidente del consiglio di amministrazione della Ste, Enrico Luca Biagiotti, ex membro del cda, e Pierluigi Picerno, ex amministratore delegato e poi liquidatore della Ste dichiarata fallita nel febbraio 2014. Per tutti l’accusa è di concorso di bancarotta fraudolenta, perché, secondo il pm Luca Turco, mentre la Ste era in stato di insolvenza avrebbero compiuto atti di distrazione di capitali dal suo patrimonio quando già era in grave perdita.