Sprecopoli Capitale. Dopo solo un anno Roma riaumenta i consiglieri di Acea

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Incredibile ma vero. Dopo aver reclamizzato a più non posso, un anno fa, la riduzione dei consiglieri di Acea da 9 a 7, ieri il sindaco di Roma Ignazio Marino ha dovuto fare retromarcia. La giunta di Roma Capitale, per la felicità dei soci privati Caltagirone e Suez-Gdf, ha infatti deliberato il voto favorevole alla proposta di elevare da 7 a 9 i componenti del Consiglio di amministrazione di Acea spa. Nel frattempo sulla società si abbattone due tegole. L’ex presidente Giancarlo Cremonesi e l’ex consigliere di amministrazione Andrea Péruzy (dalemiano segretario di Italianieuropei) hanno deciso di fare causa alla società per l’interruzione anticipata del loro mandato. Cause che rischiano di essere milionarie.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA