Sprecopoli Capitale. Dopo solo un anno Roma riaumenta i consiglieri di Acea

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Incredibile ma vero. Dopo aver reclamizzato a più non posso, un anno fa, la riduzione dei consiglieri di Acea da 9 a 7, ieri il sindaco di Roma Ignazio Marino ha dovuto fare retromarcia. La giunta di Roma Capitale, per la felicità dei soci privati Caltagirone e Suez-Gdf, ha infatti deliberato il voto favorevole alla proposta di elevare da 7 a 9 i componenti del Consiglio di amministrazione di Acea spa. Nel frattempo sulla società si abbattone due tegole. L’ex presidente Giancarlo Cremonesi e l’ex consigliere di amministrazione Andrea Péruzy (dalemiano segretario di Italianieuropei) hanno deciso di fare causa alla società per l’interruzione anticipata del loro mandato. Cause che rischiano di essere milionarie.