Stabili le condizioni di Alex Zanardi. Il campione è ancora sedato. Settimana decisiva per dichiararlo fuori pericolo ma il recupero non sarà breve

dalla Redazione
Cronaca

I prossimi giorni saranno decisivi per Alex Zanardi, l’ex campione di Formula 1 coinvolto il 19 giugno, a Pienza, vicino Siena, nel pauroso incidente mentre stava partecipando a una staffetta di handbike. Il decorso clinico, dicono i medici, è regolare e stabile, così anche la notte scorsa. Da oggi per Zanardi, che è tuttora tenuto in coma farmacologico, inizia una settimana-chiave dopo il delicato intervento neurochirurgico eseguito nel policlinico senese.

I medici, già dalle prossime ore, inizieranno a valutare se sospendere o meno la sedazione per verificare il quadro neurologico. Decisiva, per procedere a questo passaggio, hanno spiegato, è che si mantenga la stabilità delle condizioni cliniche di Alex Zanardi come sta accadendo in questi primi giorni di cure. Per il momento la prognosi è sempre riservata e il prossimo bollettino medico ci sarà questa mattina alle 12.

“La notte tra domenica e lunedì è passata tranquilla, siamo fiduciosi. Il percorso non sarà breve, avremo bisogno di tempo” ha detto ad Agorà il responsabile dell’emergenza-urgenza dell’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena, Sabino Scolletta. Scolletta ha spiegato che sono “buoni i parametri cardiovascolari, respiratori e metabolici”, ma “serve cautela, il cambiamento potrebbe essere repentino”.