Stati generali M5S, il documento finale al voto su Rousseau l’11-12 dicembre

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nonostante il nodo del Mes e le evidenti divisioni all’interno del Movimento 5 Stelle, i pentastellati proseguono il lavoro avviato per strutturare la loro forza politica. Dalle 12 di giovedì alle 12 di venerdì prossimo tutti gli iscritti certificati, aventi diritto di voto, potranno votare su Rousseau il documento di sintesi emerso dagli Stati generali. Ad annunciarlo è stato il capo politico provvisorio Vito Crimi (nella foto), con un post sul blog delle stelle. Gli Stati generali, ha precisato, sono Stati “come riaprire le finestre di una casa in primavera, ed è entrata la brezza e il sole, l’energia e l’entusiasmo di chi da anni si batte oggi per il futuro”. “Ci sono stati – ha pure ammesso – dei momenti difficili in questi anni, ma molti di più sono stati i traguardi raggiunti”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gualtieri assente sulla legalità

Se non ci fosse da piangere sarebbe tutta da ridere l’ultima accusa del candidato dem al Comune di Roma, Roberto Gualtieri, contro la Raggi. Secondo l’ex ministro dell’Economia, la sindaca non è riuscita a sfrattare l’associazione di destra CasaPound dallo stabile che occupa abusivamente nel

Continua »
TV E MEDIA