Strage di Parigi, l’Italia piange Valeria Solesin. Studiava in Francia da quattro anni. Uccisa nel massacro del Bataclan

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Valeria Solesin è morta. La ragazza italiana che era nel teatro del massacro a Parigi, il “Bataclan”, era andata al concerto insieme al fidanzato. Valeria, studentessa della Sorbona, da quattro anni in Francia, stava svolgendo un dottorato  in demografia all’Idem (l’istituto di Demografia dell’Università della Sorbona Parigi 1). La ragazza si è persa nella calca, ma al momento del primo blitz dei terroristi non era ancora in sala. Ha perso la borsa con cellulare e documenti. Poi il nulla. Per gli amici era uno dei tanti, troppi, “cervelli italiani in fuga”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA