Striscione della vergogna a Milano. Identificati dalla Digos 29 ultras della Lazio, 9 quelli denunciati per la manifestazione di Piazzale Loreto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 29 gli ultras che sono stati identificati dalla Digos dopo la manifestazione non autorizzata in piazzale Loreto, a Milano, dove è stato esposto uno striscione inneggiante a Benito Mussolini. Gli agenti hanno accompagnato in questura 28 persone, mentre il capo ultras che ha chiamato il ‘presente’ è stato identificato analizzando un video. Complessivamente sono state denunciate nove persone: otto per la manifestazione non autorizzata e un’altra perché trovata in possesso di un manganello telescopico.

Il gruppo di ultras della Lazio ieri aveva srotolato, vicino a piazzale Loreto, uno striscione con la scritta: “Onore a Mussolini“. Hanno cantato per pochi minuti slogan fascisti, facendo il saluto romano al grido “Camerata Mussolini, presente!”, poi hanno raccolto lo striscione e se ne sono andati. Una chiara provocazione alla vigilia della Festa della Liberazione, anche in corso Buenos Aires, ovvero a pochi passi dal luogo dove il 28 aprile 1945 il cadavere di Benito Mussolini venne appeso insieme a quello dell’amante Claretta Petacci.